/LA “FESTA DELLA DONNA” SCEGLIE LA MIMOSA COME SUO SIMBOLO!

Oggi, 8 marzo, ricorre un evento molto importante in cui si festeggia un essere meraviglioso: la donna!

Dal 1977 la Festa della Donna è un evento internazionale per ricordare sia le lotte sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo.

Per celebrare questa festa è stato scelto un fiore, divenuto il simbolo nella tradizione italiana: la MIMOSA!

Per conoscerne l’origine, dobbiamo tornare indietro al 1946, quando due donne iscritte all’UDI (Unione donne italiane), Rita Montagnana e Teresa Mattei scelsero la mimosa come simbolo della Festa della Donna.

La decisione fu messa ai voti e le donne dell’UDI votarono all’unanimità per questo fiore. Bello e insolito, la mimosa è l’unico fiore che fiorisce a marzo ed è economico.

La mimosa ha vinto per le sue caratteristiche: è un fiore che riesce a crescere, nonostante la sua fragilità apparente, anche su terreni difficili.

La mimosa è nota soprattutto come pianta ornamentale, questo grazie ai suoi bei fiori gialli dal delicato profumo. Perfetto, quindi, per rappresentare la figura della donna!

Purtroppo, però, in Italia la mimosa si vende solo in occasione della Festa della donna. Dopo questa data la mimosa vive nell’indifferenza più totale, nonostante la bellezza e il colore della sua meravigliosa fioritura.

Per gli irriducibili romantici esiste una spiegazione più affascinante legata a questa tradizione. Secondo gli Indiani d’America pare che i fiori della mimosa significhino forza e femminilità, quindi sono perfetti per la ricorrenza.

L’unico svantaggio? Le mimose recise durano pochissimo ma con la giusta cura, due gocce di limone in acqua limpida e tanta luce, possono durare più a lungo.

Sebbene la Festa della Donna abbia un significato molto più profondo rispetto a quello che vogliono farci credere i media o gli eventi organizzati nei locali delle varie città, purtroppo sono ancora molte le donne che subiscono discriminazioni e violenze.

 

Quindi amiamo le nostre donne, rispettiamole e regaliamo loro fiori ogni giorno, non solo oggi!

«Quando nel giorno della festa della donna vedo le ragazze con un mazzolino di mimosa penso che tutto il nostro impegno non è stato vano» (Teresa Mattei)

2018-03-08T12:15:27+01:00